Settore Adulti e Famiglie

Azione Cattolica adulti e famiglie 2012 – 2013
SIAMO UN TASSELLO DI TE
In cammino insieme
per l’Anno della fede

Il cammino 2012 – 2013 della Chiesa ci invita a vivere e celebrare la fedePapa Benedetto XVI ha proclamato l’Anno della fede che inizierà l’11 ottobre 2012, a cinquant’anni dall’inaugurazione del Concilio Vaticano II. La proposta dei Vescovi svizzeri è di una rilettura tematica dei grandi documenti del Concilio, sotto il motto “Scoprire la fede”: per il 1. anno (2012-2013) il tema è La fede che celebriamo, con l’invito a riflettere sulla costituzione liturgica “Sacrosantum Concilium”.

Dopo aver vissuto il 150° di fondazione e aver riflettuto sul nostro essere laici presenti nelle varie dimensioni della vita quotidiana, le proposte di AC di quest’anno saranno incentrate sul tema della fede, che tocca il cuore del nostro essere cristiani. Cosa significa avere fede? Come coltivarla? Come testimoniarla? Cosa significa celebrarla? Vogliamo pertanto vivere un cammino che sia aperto a queste domande e costruito attorno ai tre “pilastri” dell’essere laici di AC:

·         la contemplazione, per coltivare la fede:momenti di preghiera e adorazione e un ritiro spirituale

·         la comunione, per celebrare la fede: con la vita comunitaria e aggregativa, con momenti di amicizia e divertimento

·         la missione, per testimoniare la fede:con l’impegno nelle nostre parrocchie, zone, vicariati, con la dimensione missionaria mondiale, con l’impegno nella vita sociale, politica, professionale

Per avere una continuità nel cammino abbiamo pensato di proporre a livello diocesano per adulti e famiglie un incontro mensile con il nostro assistente don Carmelo Andreatta e dei momenti spirituali con l’assistente generale don Pio Camilotto: per coltivare insieme la fede, per sperimentare la bellezza della Parola e la grazia della presenza di Cristo. Vi invitiamo a seguire questo cammino mensile di riflessione, confronto e condivisione destinato a tutto il settore adulti e famiglie.

I responsabili del settore ACAF

Maria, Wilma , Mario e Delfina,

Simona e Manuel, Davide, Gabriella

don Carmelo

chi siamo?

Il settore “Adulti e Famiglie” dell’Azione Cattolica Ticinese (ACAF), si distingue in “Adulti” (aderenti a partire dai 30 anni) e “Famiglie” (al più presto al momento del matrimonio).
Il cammino degli “Adulti” è abbastanza eterogeneo in quanto ha l’obbiettivo di far convergere e avvicinare le diverse realtà dell’ACT. Il programma prevede attività di carattere generale per favorire gli incontri fra anziani e giovani, famiglie e persone sole, ecc… tale da sviluppare piuttosto la formazione personale dei singoli partecipanti. Durante l’anno pastorale sono previsti incontri secondo il calendario. Per informazioni rivolgersi al Segretariato.
Il cammino delle “Famiglie”, prevede una formazione più specifica e strutturata su temi legati al matrimonio e all’educazione dei figli. Gli incontri favoriscono l’unità delle famiglie e fra le famiglie.

Da quest’anno (2010) è partita una nuova esperienza, un cammino “giovani adulti“, con riunioni mensili a Bellinzona. Per info contattaci.

Questi due percorsi formativi interagiscono fra loro e sono unificati in un solo programma.

Il settore degli adulti di AC si caratterizza per incontri o attività che promuovono la formazione individuale della persona, la quale non necessariamente si confronta, come negli altri settori, con persone della stessa fascia d’età (vedi il settore ragazzi o giovani) o che riflettono su tematiche strettamente legate al proprio stato (vedi settore famiglie). Rappresenta dunque il settore “cappello”, quello che può raccogliere tutti, anche chi non sente di avere, o non trova, una precisa collocazione in altri settori; quello dove chiunque, singolo o sposato, anziano o giovane, vedovo o divorziato, può chinarsi su aspetti che toccano prevalentemente il proprio essere persona in relazione alla fede, ai fratelli, alla Chiesa. Per questa ragione, ad eccezione di qualche attività ricreativa come le gite estive in montagna, le attività sono piuttosto orientate sulla formazione personale. Ci sono i ritiri spirituali alla Montanina di Camperio che si sviluppano su due giornate e poi ci sono gli incontri serali a Giubiasco. Alcuni di questi incontri vengono guidati dal Vescovo, altri dai nostri assistenti, altri ancora vengono “autogesti”. Solitamente si tratta il tema dell’anno o quello proposto dal Vescovo nella lettera pastorale.Gli adulti inoltre si fanno carico in modo particolarmente marcato degli incontri unitari come l’assemblea, la preghiera perenne, la Veglia d’Avvento e altre attività non specifiche per giovani o famiglie.